Una società per il territorio

La Macchia faggeta è una Società autonoma, avente per oggetto il godimento e lo sfruttamento del tenimento boschivo di proprietà sociale denominato "Macchia Faggeta" nonché il compimento di attività connesse alla valorizzazione del patrimonio sociale nell'interesse dei Soci. Fu costituita con pubblico strumento notarile 28 Febbraio 1800 con le statuzioni di cui alla sentenza del Tribunale di Montepulciano del 19.02.1944, é una Società particolare, Faggio Monte Amiata autonoma, avente per oggetto il godimento e lo sfruttamento del tenimento boschivo di proprietà sociale denominato "Macchia Faggeta" nonché il compimento di attività connesse alla valorizzazione del patrimonio sociale nell'interesse dei Soci.

Rinvio Assemblea ed Elezioni

RINVIO ASSEMBLEA ORDINARIA  

ED ELEZIONI PER IL RINNOVO DEGLI ORGANI AMMINISTRATIVI

 

Si informano i Soci Capostipiti ed i Soci Ordinari che il Consiglio di Amministrazione della Società ha deliberato di avvalersi delle disposizioni dell'art. 35 del decreto cura Italia, che dopo la legge di conversione sono state estese praticamente a tutti gli enti e le associazioni, riguardo la possibilità di rimandare al 31 ottobre l'approvazione dei bilanci.

Pertanto il Consiglio di Amministrazione della Società ha rinviato la convocazione dell’Assemblea Ordinaria dei Soci Capostipiti per l’approvazione del Bilancio 2019 e le contestuali Elezioni per il rinnovo degli organi amministrativi per il triennio 2020/2023.

Ogni successiva decisione in argomento sarà adottata dal Consiglio di Amministrazione e comunicata tempestivamente ai Soci Capostipiti, in funzione dell’evoluzione dell’emergenza Covid19, nell’ottica di non penalizzare, per quanto possibile, la consueta partecipazione dei Soci Capostipiti all’Assemblea Ordinaria e alle Elezioni.

 

                                                                                              Per il Consiglio di Amministrazione

                                                                                                          Il Presidente

                                                                                                        Sergio Nottolini